QUAL E’ IL SIGNIFICATO DELLE BALENE NELL’ARTE CRISTIANA ?

Spoiler: non riguarda solo Giona Gli artisti italiani del Rinascimento non avevano particolare familiarità con l’aspetto e le abitudini delle balene. Identificare il mostro marino biblico della storia di Giona era spesso difficile. A volte la ritenevano una sorta di drago marino, di pesce gigantesco o anche di delfino mostruoso, e quindi la maggior parte delle rappresentazioni delle balene nell’arte rinascimentale (e medievale) non era molto fedele. Spesso troviamo delle balene con grandi zanne, proboscidi come quelle degli elefanti o addirittura corni.Ad ogni modo, il fatto che la narrazione biblica affermi che Giona venne ingoiato da una balena venendone rigettato … Continua a leggere QUAL E’ IL SIGNIFICATO DELLE BALENE NELL’ARTE CRISTIANA ?

COS’E’ UNA CRIPTA IN UNA CHIESA CATTOLICA ?

Le cripte hanno una lunga storia che risale ai primi secoli del cristianesimo Quando si visitano delle grandi chiese cattoliche, soprattutto cattedrali o basiliche, c’è spesso un’area chiamata cripta. Di cosa si tratta?La parola “cripta” può avere due significati diversi quando viene usata in riferimento a un edificio ecclesiale. Il primo si riferisce a un’area sotto una chiesa riservata alla sepoltura degli individui. Questo uso particolare di una cripta non è comune come lo era nella Chiesa delle origini, come descrive la Catholic Encyclopedia: “La parola indicava originariamente un luogo nascosto, naturale o artificiale, adatto all’occultamento di persone o cose. Quando … Continua a leggere COS’E’ UNA CRIPTA IN UNA CHIESA CATTOLICA ?

CHIESA DI OGNISSANTI (FIRENZE)

La chiesa di San Salvatore in Ognissanti (in breve di Ognissanti) è un edificio di culto cattolico di Firenze, situato nell’omonima piazza. Tradizionalmente sovvenzionata dalla famiglia Vespucci, vi sono sepolti qui i suoi membri più illustri. Storia Le origini: gli Umiliati La chiesa, iniziata nel 1251 faceva parte del complesso conventuale degli Umiliati, un ordine giunto a Firenze da Alessandria nel 1239[1]. Anche se la loro regola era stata approvata da papa Onorio III, l’ordine si era costituito nell’ambito dei movimenti pauperistici ai limiti dell’eresia. Gli Umiliati si affermarono come congregazione laica maschile e femminile, dedita alla perfezione evangelica ed alla povertà, ma specialmente al lavoro che era parte integrante della vita … Continua a leggere CHIESA DI OGNISSANTI (FIRENZE)

CATTEDRALE DI MATERA

La cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio è il luogo di culto cattolico principale di Matera, chiesa madre dell’arcidiocesi di Matera-Irsina. La cattedrale fu costruita in stile romanico pugliese nel XIII secolo sullo sperone più alto della Civita che divide i due Sassi. Storia Affresco della Madonna della Bruna Sull’area dell’antico monastero benedettino di Sant’Eustachio, protettore della città, dove già tra il 1093 e il 1094 aveva soggiornato papa Urbano II, la cattedrale fu edificata a partire dal 1230, alcuni anni dopo che papa Innocenzo III aveva elevato la città di Matera al rango di arcidiocesi in unione con Acerenza; per fare in modo che il nuovo tempio dominasse con la sua mole le costruzioni circostanti e le due vallate sottostanti dei Sassi, … Continua a leggere CATTEDRALE DI MATERA

CHIESA DI SANT’ANDREA (TIRLI GR)

La chiesa fu eretta a partire dal 1668, su preesistente edificio costruito agli inizi del Seicento per iniziativa del venerabile Padre Giovanni Nicolucci da San Guglielmo (Montecassiano, 1552 – Batignano, 1621), e consacrata nel 1674 dal vescovo Cesare Ugolini. Descrizione L’edificio, con una semplice facciata a capanna, ha subito vari rimaneggiamenti; l’interno a navata unica è contraddistinto da eleganti altari in stucco e gesso, realizzati nel 1674 dal luganese Andrea Ferrari. La particolare importanza della chiesa deriva dalle reliquie di san Guglielmo di Malavalle custodite entro una teca lignea nell’altare maggiore: il cranio, che nella prima domenica di maggio viene portato in processione, le costole, la ciotola frammentaria, il caratteristico copricapo in ferro, la maglia e i … Continua a leggere CHIESA DI SANT’ANDREA (TIRLI GR)

COSA SIGNIFICANO API E ALVEARI NELL’ARTE CRISTIANA ?

Il simbolismo cristiano è pieno di dolci metafore “Per via della sua operosità”, si legge nel classico di George Ferguson Signs and Symbols in Christian Art, “l’ape è diventata simbolo di attività, diligenza, lavoro e buon ordine”. Alcune leggende antiche sostengono anche che le api non dormano mai, e quindi la loro immagine viene spesso usata “per rappresentare la vigilanza cristiana e lo zelo nell’acquisire la virtù”, indica l’autore.Non tutte le api che ritroviamo nell’arte cristiana rappresentano necessariamente queste virtù. Un esempio è il caso della famiglia nobile Barberini, che spiccò nel XVII secolo e a cui apparteneva Papa Urbano VIII. … Continua a leggere COSA SIGNIFICANO API E ALVEARI NELL’ARTE CRISTIANA ?

LA CHIESA OTTOGONALE COSTRUITA DENTRO UNA GROTTA CALCAREA IN ITALIA

È stata costruita per ordine di Papa Leone XII come tributo alla resurrezione di Gesù l’ottavo giorno Clicca qui per aprire la galleria fotografica Il numero otto ha molti significati simbolici nelle varie culture. Il suo significato più riconosciuto è quello dell’infinito, ma per i cattolici l’otto è associato alla resurrezione di Gesù, che ha avuto luogo l’ottavo giorno. È per questo che nel 1828 Papa Leon XII ha commissionato la costruzione di quella che era allora la più grande chiesa ottagonale. Leone XII, nato Annibale Sermattei della Genga, assoldò l’architetto romano Giuseppe Valadier, che progettò la struttura in base … Continua a leggere LA CHIESA OTTOGONALE COSTRUITA DENTRO UNA GROTTA CALCAREA IN ITALIA