MIRACOLI E RELIQUIE: I MISTERI CHE NASCONDE L’BBAZIA DI MONT SAINT MICHEAL

don Marcello Stanzione | Mag 16, 2020 L’abbazia francese dedicata a San Michele arcangelo è uno scrigno di tesori poco noti e un luogo di grande misticismo. Qui l’arcangelo si sarebbe manifesto con una luce molto intensa L’abbazia francese di San Michele è pure chiamata l’abba- zia delle trecento reliquie. immaginate la navata e le cappelle della chiesa abbaziale animate da sacro fervore, centinaia di fedeli che avanzano in ginocchio fino al transetto e al coro. l’emozione è estrema poiché i pellegrini sfiorano nel loro procedere degli oggetti dal potere sacro misterioso: le reliquie. Solo Roma, Bisanzio e Gerusalemme possono rivaleggiare con Mont-Saint-Michel, esporre … Continua a leggere MIRACOLI E RELIQUIE: I MISTERI CHE NASCONDE L’BBAZIA DI MONT SAINT MICHEAL

“UN GIOVANE BELLISSIMO CON L’ARMATURA BIANCA”. L’APPARIZIONE DI SAN MICHELE IN SICILIA

don Marcello Stanzione | Mag 09, 2020 Accadde nel monastero di Licata, dove, un francescano, fra Francesco ricopriva la carica di infermiere In Sicilia vi è una notevole devozione a San Michele. Il principe degli angeli apparve nel 1624 a Licata, provincia di Agrigento, per esaudire le preghiere di un umile religioso dell’ordine di San Francesco d’Assisi. Nel monastero di Licata, fra Francesco ricopriva la carica di infermiere. Dolce, fervente, osservante della regola, egli curava i suoi ammalati con devozione e carità. “Dio mio, inviami qualche aiuto” Una sera, verso le dieci – così si racconta – mentre recitava nel coro la sue abituali preghiere, si … Continua a leggere “UN GIOVANE BELLISSIMO CON L’ARMATURA BIANCA”. L’APPARIZIONE DI SAN MICHELE IN SICILIA

IL MONTE ITALIANO IN CUI SAN MICHELE ARCANGELO E’ APPARSO QUATTRO VOLTE

La grotta sacra non è stata consacrata da mano umana, e per questo ha ricevuto il titolo di “Celeste Basilica” Clicca qui per aprire la galleria fotografica Su un monte della provincia italiana di Foggia, l’arcangelo Michele è apparso non una, ma ben quattro volte dal 490 al 1656.La sua prima apparizione è stata a un ricco signore del Gargano di nome Elvio Emanuele. L’uomo, che cercava il suo toro più bello, lo trovò in una caverna inaccessibile. Vedendo che era impossibile farlo uscire, tirò fuori arco e frecce per ucciderlo. Quando lanciò la freccia, però, inspiegabilmente questa invertì la … Continua a leggere IL MONTE ITALIANO IN CUI SAN MICHELE ARCANGELO E’ APPARSO QUATTRO VOLTE

ECCO IL VERO SIGNIFICATO DELLA SPADA DI SAN MICHELE

Rappresenta quell’essenza affilatissima e peculiare in grado di separare e far trionfare il Bene sul Male L’iconografia sacra normalmente raffigura San Michele splendente di luce con la spada sguainata luminosa. L’iconografia raffigura l’Arcangelo Michele come un guerriero nell’atto di sconfiggere Satana, rappresentato sotto forma di serpente o drago, o spesso, con corrotti lineamenti antropomorfi. L’arma che egli impugna è di solito la spada, presente sia nella tradizione iconografica orientale sia in quella occidentale quale elemento di forza, ma anche simbolo di guarigione e di giustizia.Questa è forse l’icona più largamente utilizzata dagli artisti. Le molteplici posizioni della spada sono motivo di varie interpretazioni … Continua a leggere ECCO IL VERO SIGNIFICATO DELLA SPADA DI SAN MICHELE

AVETE MAI PERCORSO LA SCALA SANTA DI SAN MICHELE?

E’ una mulattiera a gradino, percorsa da 1500 anni dai pellegrini che si recano a Monte Sant’Angelo Lungo i versanti di Monte Sant’Angelo che degradano verso il mare Adriatico si snoda una delle più antiche mulattiere esistenti, percorsa incessantemente dai Pellegrini Micaelici che sin dalla fine del V secolo visitano la Grotta dell’Arcangelo Michele. La “Valle Scannamugliera” La “Valle Scannamugliéra” costituisce una deformazione popolare del toponimo “Scanderh Molelrh” che, secondo il noto letterato Frà Marcello Cavagliere, interpretando la Lingua Gotica vuol dire “forte e grande salire”. In lunghi tratti della mulattiera sono presenti scalini, scavati nella roccia dai contadini, dai pastori e dai devoti per rendere … Continua a leggere AVETE MAI PERCORSO LA SCALA SANTA DI SAN MICHELE?

CHIESA DI SAN MICHELE (SASSOFORTINO GR.)

La chiesa di San Michele Arcangelo è un edificio sacro situato a Sassofortino, nel comune di Roccastrada. L’attuale aspetto dell’edificio, di origine medievale, è dovuto al radicale restauro ottocentesco; nel campanile è incisa la data 1893. Nell’interno a navata unica, ulteriormente rimaneggiato nel XX secolo, si trova il piccolo dipinto esposto nel presbiterio raffigurante la Madonna col Bambino, San Giuseppe e Santa Caterina da Siena, opera di gradevole qualità pittorica riferibile ad un artista senese di fine Cinquecento. Annessa alla chiesa si trova la Confraternita del Santissimo Nome di Gesù detta anche della Misericordia, sede dell’omonima compagnia. L’edificio è stato eretto nel 1853 come attesta la data iscritta nella facciata; all’interno sono custodite … Continua a leggere CHIESA DI SAN MICHELE (SASSOFORTINO GR.)

INIZIA LA QUARESIMA DI SAN MICHELE ARCANGELO !

Tra i cattolici devoti agli spiriti celesti ed in modo particolare all’Arcangelo Michele ad imitazione di san Francesco d’Assisi c’è l’usanza di fare la quaresima in onore del Principe delle schiere angeliche. Tale quaresima michaelitica suole cominciarsi circa la vigilia … Continua a leggere INIZIA LA QUARESIMA DI SAN MICHELE ARCANGELO !

BAMBINI , VOLETE VEDERE UN ANGELO IN UNA GROTTA? VI PORTO AL SANTUARIO DI SAN MICHELE

i ritorno dalle vacanze, una sosta a Monte Sant’Angelo con la famiglia: abbiamo incontrato una volta di più l’Infinito che pianta la speranza dentro la roccia del mondo. “Fa caldo, mamma” è cominciata così la nostra gita a Monte Sant’Angelo: dopo una settimana di bellissimo mare del Gargano ci siamo inerpicati su per i monti alle spalle di Manfredonia e Mattinata per visitare il luogo dove per quattro volte è apparso l’Arcangelo Michele. È strano, prima senti di dover fare una cosa, poi mentre la fai sei confuso, poi a distanza di giorni ne capisci il senso. Sarebbe bellissimo poter dire … Continua a leggere BAMBINI , VOLETE VEDERE UN ANGELO IN UNA GROTTA? VI PORTO AL SANTUARIO DI SAN MICHELE

MONTE GARGANO : un cavaliere bianco appare al vescovo. E’ SAN MICHELE

Ecco la storia della prima apparizione sul monte dove è stato costruito il più importante santuario dedicato all’arcangelo Siponto (Nel 1251, Sipontium – Sipontini nelle Puglie, desiderando compiacere l’imperatore romano germanico di nome Manfred, prederà il suo nome e diverrà Manfredonia, la città di Manfredi) è una diocesi dell’Italia meridionale qualsiasi, nel cuore della Puglia, tra il mare e la montagna, avente per punto culminante, a 1056 metri di altitudine, il monte Gargano, da dove, si dice, è possibile vedere il golfo di Napoli. La regione non si è mai resa nota nella Storia se non per un breve passaggio delle … Continua a leggere MONTE GARGANO : un cavaliere bianco appare al vescovo. E’ SAN MICHELE

L’APPARIZIONE DI SAN MICHELE A ROMA SUL MAUSOLEO ADRIANO

Questo episodio è legato alla denominazione di “Castel Sant’Angelo” di quell’edificio posto sulla riva del Tevere Nel febbraio del 590, Roma passa di calamità in calamità. Tutto ha inizio con una piena del Tevere, così forte che ha distrutto numerosi monumenti antichi, fin allora risparmiati pure dai Barbari. I granai pubblici sono crollati, annientando le riserve di grano e facendo temere la fame. Interi quartieri della Città sono sotto l’acqua del fiume. Ancor più grave, l’inondazione ha sorpreso molti animali, che sono annegati. Il fiume deposita sulla riva numerose carogne in putrefazione : pecore, capre, vacche, ma, soprattutto, serpenti, ed anche … Continua a leggere L’APPARIZIONE DI SAN MICHELE A ROMA SUL MAUSOLEO ADRIANO